musica

Dal 1987 porto avanti una intensa e variegata attività musicale, una "vita parallela" che ha accompagnato gli altri sviluppi professionali.
Le bands nelle quali attualmente suono con costanza sono:

SUONI DI GOMMA

Cosa posso scrivere dei Suoni Di Gomma?
Difficile definire un gruppo che, in fondo, non è un gruppo....
Dal natale 1992 abbiamo iniziato a studiare una formula musicale che potesse proporre un moderno piano-disco bar, un modo per far ascoltare un repertorio Pop-Rock (solitamente affidato alle band con basso e batteria, ai gruppi che suonano su grandi palchi e con amplificazioni potenti) anche nei locali più piccoli e nelle feste o ai matrimoni.
Ecco il carattere dei Suoni Di Gomma, portare un repertorio vastissimo ed eterogeneo nei luoghi tradizionalmente adatti alla musica da sottofondo.
In oltre 600 serate in duo, trio o anche quartetto, abbiamo cercato con successo di far coesistere Elvis e i Depeche Mode, Santana con  Cochi & Renato, i Police con i VIllage People... per un repertorio che sfiora ormai i 300 brani e che si aggiorna ogni qualvolta una canzone diventa un revival
.

Curiosità: la prima performance live dei SdG risale al 4 Aprile 1993... e dopo 20 anni siamo ancora in giro!

 CLASS  3

Il mio trio dei sogni, propone la tipica formazione chitarra - basso/voce - batteria e basa il proprio repertorio non su esigenze prettamente commerciali ma su una precisa volontà di eseguire principalmente brani che facciano parte della storia del Rock angloamericano, soprattutto quelli che sono passati alla storia come modelli di riferimento creativo per il Pop.
Per questo la scaletta varia da sera a sera, assecondando l´ispirazione che il pubblico suggerisce (grande privilegio per una band, seguire l´istinto e appoggiarsi direttamente sui suoi ascoltatori, suonando davvero per gli spettatori).
La grande maggioranza dei brani Pop Rock degli ultimi 30-40 anni, siano di origine britannica o d´oltreoceano, si basano su strutture ritmiche e armoniche derivanti dal Blues, sulle progressioni d´accordi basilari dei neri d´America e sulle tematiche dei canti di solitudine e oppressione.
CLASS 3 propone un viaggio musicale alla scoperta delle radici della musica leggera, partendo dal Walkin´Blues arrivando a Prince e agli U2, sulle orme di Clapton e degli Stones, senza dimenticare un doveroso tributo ai Beatles, a Hendrix o Santana, da “Sweet home Chicago” e “Honky Tonk woman” fino a “Every breath you take”, attraverso “Roadhouse blues” e “Little wing”.

Nessuno mi chiederà mai "quale disco portare sull'isola deserta?"... ma vorrei suggerire comunque questo, perché si trovano spunti Blues, Heavy, Folk, addirittura classici, un po'  di tutto insomma. E poi è doppio!